10 Marzo 2017

In memoria di Thomas E. Starzl, il chirurgo “pioniere dei trapianti”

In memoria di Thomas E. Starzl, il chirurgo “pioniere dei trapianti”

Noto come il “pioniere dei trapianti”, il Dr. Thomas E. Starzl è deceduto il 4 marzo 2017 nella sua casa di Pittsburgh, Pennsylvania. Starzl fu il primo a trasformare una procedura rara e rischiosa come il trapianto d’organo in un intervento accessibile per i pazienti più bisognosi. Nel 1963, il Dr. Starzl eseguì il primo trapianto di fegato al mondo e nel 1967 il primo trapianto di fegato con esito favorevole, entrambi durante la sua permanenza all’Università del Colorado.

Il Dr. Starzl è entrato alla University of Pittsburgh School of Medicine nel 1981 come professore di chirurgia. Qui ha diretto il team di chirurghi che eseguì il primo trapianto di fegato a Pittsburgh. Quell’anno furono eseguiti 30 trapianti di fegato e avviato il primo programma di trapianto epatico in America. Il Dr. Starzl è stato direttore delle unità trapianti del Presbyterian University Hospital (oggi UPMC Presbyterian), del Children’s Hospital (oggi Children’s Hospital of Pittsburgh of UPMC) e del Veterans Administration Hospital di Pittsburgh, alla guida del più grande programma di trapianto al mondo.  In seguito è stato direttore dell’University of Pittsburgh Transplantation Institute che, nel 1996 venne rinominato Thomas E. Starzl Transplantation Institute, in suo onore. Dal 1996, il Dr. Starzl è stato Distinguished Service Professor of Surgery presso l’Università di Pittsburgh e direttore emerito del Thomas E. Starzl Transplantation Institute di UPMC.

Le sue ultime ricerche si sono concentrate sulla tolleranza al trapianto e sul chimerismo (coesistenza di cellule del donatore e del ricevente). Questi studi hanno permesso grandi passi avanti nella comprensione dell’immunologia dei trapianti, soprattutto su come e perché gli organi non vengono rigettati. Starzl ha ricevuto oltre 200 premi e riconoscimenti e 26 dottorati onorari in tutto il mondo. Nel 1999, l’ISI lo ha definito lo scienziato più citato nella medicina clinica, a dimostrazione della sua influenza e del suo impatto duraturo.

“Thomas Starzl è stato un gigante della medicina. I progressi resi possibili dal suo incessante lavoro di chirurgo e scienziato hanno salvato la vita a ormai milioni di pazienti in tutto il mondo. Da Pittsburgh i suoi insegnamenti si sono materializzati anche in Sicilia con ISMETT. E sono ormai quasi duemila i pazienti trapiantati a Palermo che, grazie a ciò che Starzl ha fatto nel campo del trapianto di fegato e ai progressi nel controllo del rigetto realizzati grazie alle sue ricerche, hanno avuto un’opportunità di cura senza dover affrontare dolorosi viaggi della speranza. I due anni da me trascorsi a Pittsburgh lavorando con il Dr Starzl all’inizio degli anni 80 sono stati un’indimenticabile occasione di apprendimento non solo professionale ma anche di cosa voglia dire dedizione alla cura dei pazienti e alla ricerca.” Bruno Gridelli, M.D. Executive Vice President UPMC International, Professor of Surgery University of Pittsburgh.

Per leggere l’intero articolo clicca qui.